Canzone #10 – Vinavil

cd_template

Tutta in quella notte, a suonarla piano, a sussurrarla accarezzando appena le corde della chitarra per non svegliare i vicini. Per evitare lo sfratto.

Una parte di me che non avrei mai pensato esistesse. Vinavil non è una canzone, è un percorso introspettivo ad indagare sul come e il perché. Un analisi degli scompensi, tra un conato e l’altro, per ripercorrere una storia, la mia storia.

Gli uccellini, l’alba e un appartamento putrido di alcol e di pensieri al veleno. E poi, l’epifania: tutto è cominciato alle elementari, quando bruciavo il Vinavil nel sottobanco e lo respiravo a pieni polmoni.

Psicopatologia della vita quotidiana in musica.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...