John Lennon: passioni e dolori

Nowhere_Boy_album_coverAgli amanti delle trilogie o comunque dei film da vedere uno dietro l’altro (Il Cavaliere Oscuro, Sherlock Holmes, il Signore degli anelli) vorrei consigliare un’accoppiata sui generis: Nowhere Boy (2009) e Backbeat (1994).

La particolarità sta nel fatto che i due film, pur essendo due produzioni totalmente diverse, sono concatenati tra loro e trattano lo stesso argomento; infatti Backbeat (anche se realizzato quindici anni prima) inizia esattamente dove finisce Nowhere Boy: gli allora Quarry Man salutano la loro Liverpool e si dirigono verso Amburgo con il solo obiettivo di suonare e sfondare.

backbeat_ver1

Sono due film in cui viene descritta soprattutto la psicologia di Lennon (in maniera profonda, plausibile e coerente alla letteratura a riguardo), la sua formazione in adolescenza e le vicissitudini familiari che hanno pesantemente inciso sulla sua crescita, il riavvicinamento alla madre (grazie alla quale sviluppò la sua passione per la musica) prima di una brusca e definitiva interruzione, il suo rapporto con la zia che lo ha cresciuto, una probabile omosessualità latente e il suo modo di rapportarsi con amici e compagni.

Ma sono due film in cui si racconta anche dei Beatles quando ancora non erano i Beatles. Della fortuna di crescere nella Liverpool portuale anni ’50 (Nowhere boy) e dell’opportunità quindi di entrare in contatto con i marinai americani che sbarcavano portando i dischi della nuova musica: quel rock ‘n’ roll che ormai spopolava oltreoceano, ma che nel Vecchio Continente era ancora un tabù (Elvis fu il più grande mito di Lennon, un’ossessione). E poi dell’Amburgo dei locali notturni, dove le band venivano sistemate a dormire accanto ai cessi dei locali e vivevano sul palco suonando 6 ore al giorno, sette giorni su sette.

Sono quattro ore circa di rock ‘n’ roll, scopate, esagerazioni, rabbia, amore, passione e disgrazia.
Da perdercisi.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...