Only for a coffee

“Hello Ale, are you at home in the afternoon, so we can have a coffee?”
“Ok mom, but only if you come for a coffee…”
She goes inside, flies herself to the balcony and begins to clean up dead leaves from the plants, but the wind carries them away, and they probably end up on my neighbor’s balcony. She enters the living room and, for reasons to me unknown, decides that the glass garbage bag shouldn’t be where it is now, it should be in the bedroom and, for reasons unknown even to God, she reverses the lingerie drawer with the socks one. She comes back with the vacuum cleaner in hand, but there is no power reduction; she turns to the toaster and pulls the plug, nearly knocking it over, but it is safe. I recover the schuko from the amplifier and plug the infernal thing, but she doesn’t roll out the wire that goes in tension, the vacuum cleaner gets out of her hands, the plug breaks off and falls into the dog’s water bowl, the vacuum cleaner is lying on the floor, broken. “No Mom, you don’t need to take the robe to wash it, I’ll do it”. She sits and smokes two or three cigarettes and, about to leave, turns around and tells me: “Bye Ale, do you need me to do anything?” ?!?
…mom, I love you, but to offer you a fucking coffee I risked eviction because of a short circuit and then, we didn’t even drink the coffee…


“Ciao Ale, sei a casa nel pomeriggio che vengo a bere un caffè?”
“Ok mamma, ma solo se vieni per il caffè…”
Entra in casa, si fionda in balcone e comincia a ripulire le piante dalle foglie morte, ma il vento le porta via, probabilmente sono finite di nuovo sul balcone del mio vicino. Entra in soggiorno e, per dei motivi che ignoro, decide che il sacco dei vetri, dove è adesso non va bene; va in camera e, per dei motivi ignoti anche a Dio, inverte il cassetto della biancheria intima con quello dei calzini. Torna indietro con in mano l’aspirapolvere, ma manca la riduzione per la corrente; si gira verso il tosta pane e con una mano tira la spina, per poco non lo fa cadere, ma è salvo. Recupero la schuko dall’ampli e le attacco l’arnese infernale, ma non srotola tutto il filo che va in tensione, l’aspirapolvere le sfugge di mano, la spina si stacca e cade nella ciotola dell’acqua del cane, l’aspirapolvere è sdraiato sul pavimento: rotto. “No mamma, non serve che mi porti via l’accapatoio per lavarlo, lo faccio io!”. Si siede, fuma due o tre sigarette e, in procinto di andarsene, si gira e mi dice: “Ciao Ale, io vado hai bisogno che ti faccia qualche cosa?” ?!!??
…mamma, io ti voglio bene, però cazzo per offrirti un caffè ho rischiato lo sfratto più un cortocircuito e poi, ‘sto caffè neanche l’abbiamo bevuto…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...